Istat: i pensionati attenuano il rischio di disagio economico nelle famiglie, ma vi è disparità tra nord e sud

La figura del pensionato è fondamentale nella società: fondamentale la sua presenza nelle nuove famiglie che si formano, fondamentale il ruolo dei nonni, fondamentale anche la presenza nel mondo del volontariato. La figura del pensionato troppo spesso riempie i vuoti di un sistema di welfare zoppicante. Ma il pensionato è fondamentale anche per l’ economia. Strano, vero? In un’ epoca di tagli alle pensioni e di clima non proprio benevolo nei confronti dei pensionati, i dati Istat lo confermano: i pensionati portano sicurezza economica nelle famiglie e assicurano protezione sociale.

Ma questa regola ripropone un divario tipico italiano: quello tra nord e sud. Ecco un passaggio significativo dell’ articolo pubblicato su infodata.ilsole24ore.com : “in media i pensionati attenuano il rischio di disagio economico nelle famiglie e assicurano – sempre in media – un’importante rete di protezione sociale. Sebbene il reddito mediano delle famiglie italiane dove sono presenti pensionati sia più basso rispetto a quello del resto delle famiglie (la categoria di “famiglie” comprende anche i nuclei di soli pensionati) le prime sono meno a rischio di povertà e grave deprivazione materiale. Nel complesso il 16,4% delle famiglie con pensionati è oggi a rischio di povertà, circa 8 punti percentuali di meno di quello dei nuclei familiari senza pensionati.”

leggi l’ intero articolo https://www.infodata.ilsole24ore.com/2019/02/23/le-famiglie-pensionati-del-sud-piu-rischi-poverta/

2019-02-24T21:01:30+02:0024 Febbraio 2019|News|