Tagli pensioni reversibilità e il comunicato stampa INPS…

Secondo quanto riportato nell’articolo pubblicato su “La Verità”, a cura di Claudio Antonelli, la platea degli aventi diritto alla pensione di reversibilità, a partire dal mese di ottobre 2016, avrebbe potuto subire una forte decurtazione e questo perché, come riportato dalla Lega in una interpellanza parlamentare, l’Inps ha recepito una circolare retroattiva secondo la quale l’assegno di reversibilità dal prossimo ottobre sarà legato al Tfr, al possesso di case e Btp; così a seguito del recepimento di tale circolare per entrare in possesso dell’assegno si sarebbe reso necessario dichiarare anche i redditi al di fuori del 730, si sarebbe alzato l’imponibile di molti degli aventi diritto e su di loro si sarebbe abbattuta la scure della mancata erogazione dell’assegno pensionistico di reversibilità o la diminuzione di quest’ ultimo.

Comunicato Inps

Il coro di voci di protesta scaturito dalla pubblicazione dell’articolo ha fatto sì che l’INPS si sbrigasse ad emettere un comunicato stampa, pubblicato anche sull’edizione odierna (29 settembre) de LaVerità, nel quale si legge “Scusate c’è stato un errore”, l’Inps ha proseguito spiegando che la circolare n.195 del 30 novembre 2015 non introduce alcuna modifica in merito al calcolo della pensione di reversibilità ma ha sottolineato che l’affermazione contenuta nell’ultima circolare “oltre ai redditi personali soggetti ad IRPEF, devono essere considerati anche i TFR ed i redditi non assoggettabili ad Irpef non è da considerarsi corretta”

Rimborso Pensioni, per il dovere di informazione che ci contraddistingue, continuerà a vigilare sulla vicenda e non mancheremo di considerare il da farsi in caso di novità in merito, tenendovi sempre costantemente aggiornati.

Di seguito riportiamo il link all’articolo che annuncia il comunicato stampa INPS: Vai all’Articolo

2017-11-28T18:17:09+01:0029 Settembre 2016|News|