Vita difficile per gli autovelox: saperlo può alleggerirci di qualche multa!

Certificato di taratura e segnaletica a terra, ecco quanto richiesto dall’ultima circolare del Dipartimento Sicurezza del Ministero dell’ Interno.

Cari utenti di RimborsoPensioni.it,

se è vero che in molti di noi hanno canticchiato “voglio una vita spericolata” è anche vero che il rispetto dei limiti di velocità sulle strade è obbligatorio e doveroso, ma  è altrettanto doveroso che proprio la sanzione che potrebbe colpirci, sia stata emanata nel rispetto delle regole previste.

L’argomento esula certamente dalle pensioni, ma la corretta informazione che ci ha sempre contraddistinto ci porta ad informarvi sulla tutela dei vostri diritti anche in alcuni aspetti della vita quotidiana. Speriamo, quindi, di farvi cosa gradita mettendovi a conoscenza di queste novità introdotte dalla circolare 300/A/6045/17/144/520/3, che riprende il decreto ministeriale n.282 del 13 giugno, a cura del Ministero delle Infrastrutture.

Ecco le novità più importanti:

quando i controlli di velocità non sono frequenti e programmati l’autorità deve:

– Poggiare a terra cartelli di preavviso

– Questi cartelli devono essere rimossi non appena finiti i controlli

– I cartelli di preavviso devono essere posati a terra anche se siamo in presenza di cartelli fissi che indicano la possibilità di controlli

– Non vi è,invece, l’obbligo di lasciare il veicolo di servizio ben in vista se sono presenti agenti in divisa

Adesso che tali obblighi sono stati recepiti diventano vincolanti per tutte le forze dell’ ordine ed obbligo non ultimo, a livello di importanza, per le forze dell’ ordine è quello di essere in possesso del certificato di taratura dello strumento con il quale si effettua la misurazione: ogni nuovo strumento deve quindi superare una serie di test ( almeno 20 controlli per i dispositivi che operano in modalità istantanea e 100 per quelli che operano in modalità media).

L’obbligo di taratura, ripreso dalla circolare, era già stato richiesto dalla consulta con sentenza n.113/2015.

Il certificato di taratura deve essere riportato in ogni verbale di infrazione.

Cari utenti di RimborsoPensioni.it se incappate in un autovelox sappiate che, in mancanza di uno di questi requisiti, il verbale potrebbe essere nullo.

 Lo Staff di RimborsoPensioni.it

 

2017-11-28T18:16:54+01:0023 Settembre 2017|News|